Di successo in successo – Intervista ai coniugi Morena

Ecco un’altra coppia vincente,che ha saputo raggiungere il successo in un periodo forse più favorevole di oggi. Dico forse perché ho notato che nonostante i vari movimenti economici ci sono sempre imprenditori che riescono ed altri no.
Ho visto aprire e chiudere negozi nel giro di poco tempo.
Ho visto passare la gestione dell’impresa dai genitori ai figli, i quali o la migliorano o la demoliscono o non fanno proprio nulla
Ho visto gente arricchirsi e gente impoverirsi in ogni epoca, ho dedotto che non sono le epoche a favorire o a opporsi alla cosiddetta FORTUNA, in realtà la fortuna è soltanto il processo di un sistema di pensiero. Innescando il sistema si mettono in moto tutti i procedimenti che possono far emergere o seppellire. Diciamo che è come una scala, la stessa scala la adoperiamo per salire o scendere, i gradini sono gli stessi messi nella stessa posizione sta a noi posizionare la scala verso l’alto o verso il basso, se non riusciamo a posizionare la scala perché è fissa allora dobbiamo cambiare noi di posizione, ma di posizione mentale.
Sto intervistando la signora Ines Veneziano ed il Signor Giacomo Morena a proposito del loro successo conseguito nel corso degli anni,che nonostante le diverse attività avute la loro aspirazione di riuscire ha raggiunto le vette in ognuna di esse.
Noto che a dispetto dei 20 anni di differenza tra i Fratelli Rovere Casa del Parmigiano (ricordate?) ed i coniugi Morena ormai in pensione i criteri e gli attributi per raggiungere il pieno successo sono sempre gli stessi.
Il signor Giacomo mi parla dei suoi ex clienti con enfasi e malinconia, mi fa dedurre che tra di loro si era instaurato un rapporto di confidenzialità, fiducia, familiarità, simpatia, reciproca.
La signora Ines si dedicava alla gestione e controllo della pulizia oltre che alla cucina, alla sua innata creatività nella bellezza, dell’esterno e dell’interno della struttura.
Ogni angolo era curato con arte e minuziosità. Ovunque lo sguardo si posava si notava la mano artistica della signora Ines, fiori, dipinti, colori, tovaglie, coperti, posate ecc tutto era pronto per ricevere il cliente. Il signor Morena da canto suo assecondava la moglie per l’estetica, anche lui artista nel creare, dietro consiglio della moglie: muri, aiuole, fontane, moli, scalette, insomma ogni anno dava spazio alla sua creatività nell’abbellimento della proprietà. Sostenuto da una buona equipe sapeva dirigere senza cadere nell’austerità troppo rigida.
I clienti ad ogni anno che ritornavano erano curiosi di vedere l’innovazione che aveva effettuato durante l’inverno.
Continua affermando che se il gerente da al proprio cliente un alto servizio ed un ottima qualità del prodotto il successo non può mancare. Dice che le persone hanno bisogno di parlare, di ridere, di lasciare andare i loro problemi e che se assecondati nelle battute, nei comportamenti, nel rispetto reciproco, nella rettitudine, nella puntualità, nel mantenere le promesse egli li fidelizza a sempre.
La rigorosità nella costanza e nel credere che il prodotto che si da sia il migliore perché si fa il meglio per offrirlo, senza inganni o truffe, permette di entrare nel vortice del successo e se non si è ben disciplinati si viene travolti.
Dal canto suo la signora Ines afferma che il sorriso è essenziale come primo impatto, continuare ad essere più cortesi possibili, umili ma non sottomessi,cordiali, mantenere l’equilibrio nei momenti di stanchezza fisica e psichica, quando il lavoro diventa sempre più forte , quando i giorni non passano mai e non si hanno riposi per almeno tre mesi, quando il fisico e la psiche tendono a cedere è necessario avere un punto fermo in se stessi, per potersi aggrappare e non perdere le staffe , allora si che si ha un risultato appagante e se vogliamo dirlo pagato.
Quindi anche qui si ritrovano i famosi punti :
Pulizia, ordine, gentilezza, costanza, autodisciplina, onestà, ambizione, entusiasmo, dialettica e cultura, armonia tra i coniugi, dare sempre qualche cosa al cliente tipo rinnovare una parte dell’immobile, o di un prodotto. Alle persone piace vivere nel bello, nel pulito, nel cordiale, nell’ordinato.
Giacomo continua dicendo che la sensibilità nel capire l’intimo del cliente è di primaria importanza, parlare quando di dovrebbe stare zitti o viceversa fa allontanare le persone. La psicologia è la base di tutto, è un lavoro di comunicazione. Vi sono tipi silenziosi, taciturni, introversi, amanti di leggere il giornale e basta, ci sono tipi che non leggono e vogliono parlare, ci sono tipi che leggono e vogliono commentare quello che hanno letto. Avere un’apertura mentale per accogliere ogni persona senza critiche o giudizi. Se il cliente si sente giudicato se ne va e così via via si perdono anche gli altri. Afferma inoltre che per ottenere la fiducia di un cliente ci vogliono mesi e forse anni invece per perderli bastano pochi secondi. Una frase detta al momento sbagliato può essere fatale.
L’autocontrollo del pensiero prima di parlare è di rigore.
Insomma ora avete di che studiare se volete iniziare un’attività in proprio.
Vi auguro di meditare e capire bene quanto descritto e sono sicura che se seguite i consigli di chi ha già avuto il successo non potrete sbagliare
In tutte le epoche, ricordatelo,c’è gente che arriva al successo. I tempi cambiano, le persone cambiano fisicamente, ma le loro menti, i loro sentimenti le loro emozioni, il loro amore rimane sempre quello. Tutto può essere modificato ma non il nostro amor proprio.
Buona giornata e buona riflessione:

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Clara Maria Caterina Morena – International Life Coach –
Certified Silva Method Instructor

Cell. +39 329 1474529

Email: claramorena.mc3@gmail.com

Passa a trovarmi anche qui…

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Lascia un commento