Oltre il velo dell’ignoranza

Image: Victor Habbick / FreeDigitalPhotos.net

E’ un diritto naturale di ogni essere umano l’essere felice per sottrarsi a tutte le miserie della vita. La felicità è la condizione normale, naturale come i paesaggi e le stagioni. E’ innaturale soffrire ed è solo a causa della nostra ignoranza che noi soffriamo.

La felicità è il prodotto della saggezza.

Raggiungere la perfetta saggezza, comprendere appieno lo scopo della vita, realizzare completamente il rapporto degli esseri umani gli uni agli altri, è porre fine a tutte le sofferenze. La perfetta saggezza è la gioia senza ombre.

Perché si soffre nella vita? Perché nel sistema della natura noi siamo costretti a proseguire nell’evoluzione e ci manca l’illuminazione spirituale che sola può illuminare la strada e permetterci di muoverci in sicurezza fra gli ostacoli che si trovano davanti a noi.

Di solito non vediamo o sospettiamo nemmeno la presenza di problemi fino a quando questi non saltano improvvisamente su di noi come una tigre nascosta.

Un giorno la nostra cerchia familiare è completa e felice. Una settimana dopo è passata la morte, e la gioia viene sostituito con l’angoscia.

Oggi abbiamo un amico. Domani sarà un nemico e non sappiamo perché.

Un po’ di tempo fa abbiamo avuto la ricchezza e tutti i lussi materiali. C’è stato un cambiamento improvviso e ora abbiamo solo la povertà e la miseria, e ancora cerchiamo invano una ragione per cui questo sia potuto accadere.

C’è stato un tempo in cui abbiamo avuto la salute e la forza, ma entrambi se ne sono andati e non abbiamo traccia di una ragione.

Oltre a queste tragedie più grandi della vita, ci sono innumervoli cose di minori conseguenze che ci portano continuamente piccole miserie e angustie minori. Noi desideriamo ardentemente evitarle ma non le vediamo mai fino a quando non ci colpiscono, fino a quando nel buio della nostra ignoranza ci inciampiamo contro.

La cosa che ci manca è l’illuminazione spirituale che ci permetterà di guardare lontano e in largo, trovando le cause nascoste della sofferenza umana e rivelando il metodo con cui essa può essere evitata; e se siamo in grado di raggiungere l’illuminazione il percorso evolutivo può essere effettuato sia comodamente sia rapidamente. E’ come trovarsi a dover passare attraverso una lunga stanza buia piena di mobili sparsi qua e là. Nel buio il nostro progresso sarebbe lento e doloroso, a costo di molte ammaccature. Ma se potessimo premere un pulsante che accende la luce elettrica si potrebbe poi fare lo stesso percorso rapidamente e con sicurezza e comodità.

Il vecchio metodo di educazione è stato quello di fornire la mente di molti fatti, o presunti fatti, per dare un certo smalto esteriore alla personalità. La teoria era che quando un uomo viene al mondo egli era un essere umano completo e che tutto ciò che si poteva fare per lui, era caricarlo di informazioni che sarebbero state utilizzate più o meno con abilità, a seconda della nativa capacità con cui gli capitò di nascere.

L’idea teosofica è che l’uomo fisico, e tutto ciò che costituisce la sua vita nel mondo fisico, non è che una espressione molto parziale del sé; che nell’ego di ognuno di noi c’è un potere praticamente illimitato e la saggezza; che questi possono essere portati a esprimersi nel mondo fisico come il corpo fisico e le sue controparti invisibili, che insieme costituiscono il veicolo complesso della manifestazione dell’ego, evoluti e adattati allo scopo; e che in proporzione esatta in cui sforzo cosciente è dato a tale auto-sviluppo, sarà raggiunta l’illuminazione spirituale e la saggezza. Allora la luce che conduce alla felicità si accende dall’interno e il percorso evolutivo che tutti stiamo facendo può essere derubato della sua sofferenza.

Perché la morte porta infelicità? Principalmente perché ci separa da coloro che amiamo. L’unica altra ragione per la quale la morte porta il dolore o la paura è perché noi non la capiamo e non comprendiamo il ruolo che essa svolge nell’evoluzione umana. Ma nel momento in cui la nostra ignoranza cede il passo alla comprensione tale paura svanisce e una quieta gioia prende il suo posto.

Perché abbiamo nemici le cui parole e azioni ci fanno soffrire? Perché nella nostra limitata coscienza fisica noi non percepiamo l’unità di tutta la vita e non ci rendiamo conto che il nostro sbagliato pensare e agire deve riflettere su di noi – attraverso altre persone – una situazione dalla quale non c’è scampo possibile se non cessando di pensare male e quindi rimanendo pazientemente in attesa del momento in cui le cause che abbiamo già generato siano completamente esaurite. Quando arriva l’illuminazione spirituale, e non inciampiamo più nella notte dell’ignoranza, l’ultimo nemico scompare e non ne avremo più per sempre.

Perché le persone soffrono di povertà e di malattie? Solo a causa della nostra ignoranza che rende la loro esistenza possibile per noi, e perché non comprendiamo il loro significato e le loro lezioni, né conosciamo l’atteggiamento da assumere verso di loro. Se avessimo la saggezza di capire perché giungono nella vita della persone, perché sono fattori necessari nella loro evoluzione, esse non verrebbero più a turbarci. Quando la lezione della natura è completamente imparato questi muti insegnanti svaniscono.

E così è con tutte le forme di sofferenza che sperimentiamo. Sono le reazioni di un tempo delle nostre ignoranti goffaggini e i maestri che ci indicano la via migliore. Quando abbiamo compreso le lezioni che ci insegnano, esse non sono più necessari e scompaiono. Non è attraverso l’acquisizione dei fatti che gli uomini diventano saggi e grandi. E’ sviluppando l’anima dal di dentro fino a che non illumina il cervello, con quell’onda di luce chiamata genio.


. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Clara Maria Caterina Morena – International Life Coach –
Certified Silva Method Instructor

Cell. +39 329 1474529

Email: claramorena.mc3@gmail.com

Passa a trovarmi anche qui…

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.