5 cose da non fare per attrarre ciò che si vuole

Questo POST mi è stato passato da Francesco, ve lo propongo perché lo trovo molto interessante. Preparatevi al cambiamento.
10 Aprile 2009 da Francesco
Pubblicato in
Articoli, Tutti i post – Articolo letto 5,120 volte

Tempo fa pensavo che, il giorno in cui avrei smesso di imparare, sarebbe stato anche il giorno in cui… sarei morto
Imparare è una cosa meravigliosa: abbiamo un cervello così funzionale e intelligente che non solo è in grado di assorbire e catalogare una quantità spaventosa di informazioni, abilità, concetti e via dicendo, ma anche di rielaborare tutto quello che già si pensa di sapere alla luce delle nuove abilità acquisite.
Però è vero che l’apprendimento passa per una cosa che si chiama… sbagliare. E che l’errore, nel nostro modo a volte assurdo di vivere, sia visto come qualcosa di negativo, che sminuisce, di cui vergognarsi. Invece io adoro le persone che fanno tanti sbagli: perché sono loro che stanno realmente sperimentando e esplorando la vita in ogni minimo dettaglio. Incoraggio l’errore perché è sintomo di elasticità, di voglia di migliorarsi e di intelligenza!
E visto che questo è un blog dedicato alla Creazione Consapevole… vediamo insieme quali sono i 5 errori più comuni che si fanno quando si decide di usare quella cosa che Madre Natura ci ha messo nella zucca col deliberato intento di fare succedere le cose. L’elenco che trovate non è necessariamente in ordine di importanza.
  • Agire con scarsa applicazione. La capacità di Manifestare è un’arte. Ed è anche un’arte alla porta di tutti, perché non richiede alcun dono di natura. Nessuno nasce più bravo di un altro nel mettere in pratica la Legge di Attrazione. Si tratta solamente di… allenamento! E l’allenamento, affinché sia efficace, va svolto costantemente, ad intervalli di tempo regolari, e va calibrato sulla base delle proprie sensazioni presenti quando lo si pratica. Se qualcosa non funziona, si cambia, se qualcosa ci fa stare bene e porta ai risultati voluti, si affina. L’allenamento implica l’essere sempre pronti a fare meglio. Ma tutto questo non esiste se… non si mette in pratica quello che si impara!
  • Avere fretta nell’ottenere il risultato. Legandoci al punto precedente, impariamo ad eliminare la fretta dalla nostra vita. Soprattutto se abbiamo vissuto decenni con un atteggiamento mentale non produttivo, se non addirittura deleterio, ricordiamoci che le buone abitudini di pensiero vanno condizionate: dobbiamo cioè dare alla nostra mente il tempo di “abituarsi” ad un nuovo modo di pensare.
  • Provare ansia se quello che vogliamo ancora… non succede. I più attenti di voi mi faranno notare che sto per rubare una metafora ad un famoso film. Ma è così efficace che non ne posso fare a meno. Se foste dei contadini che seminano il terreno, che cosa fareste dopo avere seminato? Non credo che passereste le giornate a guardare la terra ogni mezz’ora, sospirando perché le piantine non sono ancora spuntate! Dopo la semina, si sa che la pianta è destinata a crescere. Non si spera che accada: se ne ha l’assoluta certezza. E, di certo, nessun contadino sano di mente si metterebbe a rivoltare la terra una settimana dopo la semina perché non vede ancora i frutti. Quello che fa la persona saggia è curare l’ambiente circostante per favorire e accelerare la crescita. Sappiate che coi nostri desideri è lo stesso. L’Universo ha bisogno di organizzarsi per portarci quello che desideriamo, e non siamo noi a decidere quando è il momento migliore perché questo avvenga. Ma mentre questo accade, abbiamo il dovere di sospendere ogni giudizio e di attendere con fiducia e assoluta tranquillità. E se dopo un tempo ragionevolmente lungo non abbiamo ancora ottenuto quello che volevamo, siamo sicuri che nel frattempo il nostro desiderio non sia mutato?
  • Perdere l’entusiasmo. La Legge di Attrazione è una legge naturale. Immaginate se la natura perdesse entusiasmo nel fare quello che fa. Sarebbe possibile la vita? Immaginate due cellule che si incontrano per la prima volta e la pazienza, il tempo, l’enorme complessità delle cose che devono accadere prima che da esse nasca una nuova vita. Immaginate una sequoia gigante che vive oltre 4mila anni e continua ancora, dopo tutto quel tempo, a crescere e rinforzarsi, imparando dalla memoria genetica di chi è vissuto prima. L’andamento generale delle cose non prevede lo “smettere”, dopo un po’. Quella è una cosa che fanno i bambini quando si stufano di un giocattolo nuovo: non è l’atteggiamento di chi desidera veramente che qualche cosa accada. Decidete cosa vi sta veramente a cuore,  poi mettete in pratica quello che sapere fare fino a che non lo avete ottenuto, divertendovi lungo il cammino (che poi è il senso stesso di un viaggio, benché si creda erroneamente che tale senso sia la meta…)
  • Condividere i vostri sogni con le persone sbagliate. Non conosco nessuno che sia totalmente immune alle influenze delle persone che frequenta. E non c’è niente di peggio che raccontare di un proprio progetto, un desiderio, un sogno, ad una persona che smonta in due minuti ogni vostra ambizione. Scegliete accuratamente le persone di cui vi circondate, e tenete segreti i vostri intenti più intimi, a meno che non siate sicuri di condividerli con qualcuno che li amerà almeno quanto li amate voi, che vi incoraggerà a proseguire e che sarà disposto ad aiutarti per raggiungere il traguardo.

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Clara Maria Caterina Morena – International Life Coach –
Certified Silva Method Instructor

Cell. +39 329 1474529

Email: claramorena.mc3@gmail.com

Passa a trovarmi anche qui…

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Lascia un commento