I miei successi

Può darsi che leggendo il titolo del post ti stia domandando: “I miei successi… ma quali successi?!“.

Ti ho letto nel pensiero? Continua a leggere e scoprirai come trasformare le tue esperienze di vita in fattori di successo.

Quello che pensiamo del successo dipende essenzialmente dal nostro vissuto. Pensa ad una o più situazioni nelle quali hai ottenuto la riuscita. Né più né meno.

Fai una lista di tutti i tuoi successi piccoli o grandi che siano, e non limitarti. Più la lista è lunga meglio è.

Imparare ad andare in bicicletta è un successo, imparare a nuotare, imparare a camminare, la prima volta che abbiamo letto, che abbiamo scritto, che abbiamo parlato.

Comincia dal momento del tuo primo passo.

La mia nascita, il primo passo, il mio primo disegno, il mio primo castello di sabbia, la prima promozione, il mio primo…
______________________________________________________________
______________________________________________________________
______________________________________________________________
______________________________________________________________
______________________________________________________________
______________________________________________________________

Commento
Ci sono numerosi successi che noi minimizziamo perché sembrano “normali”. Di certo, ognuno fa il primo passo. Immagina per qualche istante il sentimento di vittoria che ti ha inondato quando ci sei riuscito! La lode, l’incoraggiamento e la gioia dei nostri genitori quando abbiamo detto la prima parola, quando abbiamo chiamato papà e mamma la prima volta. Non sottovalutiamo le prime volte della nostra vita.

 


Per ascoltare l’esercizio che ti aiuterà ad ancorare l’entusiasmo rispetto alle situazioni nelle quali hai ottenuto dei successi clicca qui.

Per individuare i pensieri di sottofondo che alimentano le autocritiche e imparare ad usare gli antidoti efficaci  ti invito a leggere l’articolo  che troverai nell’area riservata del Laboratorio della FelicitAzione.

  • Già iscritto?
    Per accedere agli articoli protetti, clicca qui  e usa la password che hai ricevuto via email quando hai richiesto l’iscrizione.
  • Altrimenti, registrati adesso cliccando qui. E’ gratis :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.