I Doni della Terra

Image: dan / FreeDigitalPhotos.net

Buongiorno!
Mentre lascio andare i miei pensieri restando immersa nell’osservazione della natura che si trova davanti alla mia finestra, non posso fare altro che ammirare questo meraviglioso Pianeta, che nonostante sia continuamente sacrificato dalle mani dell’uomo Lui continua a donare, donare, donare…
Nella piccola campagna sotto casa, dove mia madre passa la maggior parte del suo tempo in primavera ed estate per seminare e piantare quello che le serve per alimentarsi, noto che la Terra ricambia in modo moltiplicato tutte le attenzioni che riceve.
Da molti anni osservo il comportamento dell’uomo verso il proprio terreno e ne constato i risultati.
Posso raccontarvi più fatti che lasciano spazio a molte riflessioni.

Eccone uno come esempio.

All’arrivo della primavera mia madre si dedica, come dicevo prima, all’agricoltura, togliere l’erba, curare le piante da frutto, togliere le foglie e mantenere pulita la vite; tutto questo, fino allo scorso anno, lo faceva con l’aiuto di mio padre. Entrambi si dedicavano al lavoro di contadini rispettando le leggi delle fasi lunari e solari. Ricordo che due anni fa mia madre e mio padre erano nella campagna e curavano la vite.
Mia madre era molto nervosa, mio padre cominciava a perdere la memoria, inizio di demenza senile che lei non voleva accettare e mentre sfoltiva le foglie della vigna lo faceva con gesti molto rudi, con scatti di isterismo, anche la voce era imperativa e molto autoritaria.
Osservavo tutti quei gesti disarmonici e quel lavoro fatto con nervosità e rabbia, mi domandavo cosa  sarebbe successo, come risposta a quel maltrattamento, e quando.
Tutto filò liscio; la vite aveva dato tantissima uva, forse più degli altri anni, il che metteva in dubbio tutta la teoria che avevo messo a punto nella mia mente.
Visto che la vite era stata tanto generosa papà e mamma decisero di fare – anche se poco – un buon vino naturale. Felici e contenti si dettero al lavoro, il vino fu fatto e imbottigliato, quando due o tre giorni dopo l’imbottigliamento mia madre decise di controllare se tutte le bottiglie erano in ordine e proprio mentre ne toccava una questa è scoppiata tagliandole in circonferenza il pollice della sua mano destra, quella mano che sei mesi prima aveva strappato le foglie con tanta rabbia e nervosismo.
Lei non ci fece caso ma quando glielo feci notare il suo volto cambiò di espressione e capì che l’energia adoperata all’epoca le era ritornata in eguale misura.

Questo è uno dei tanti casi da me osservati sul comportamento e sull’energia che impieghiamo nel fare o trattare il pianeta, la sua terra, le sue piante, i suoi minerali, i suoi animali e i suoi umani.

La Terra dà in cambio tutto quello che riceve.

Partendo da un punto di vista che tutto vive e tutto pulsa e tutto ha un’intelligenza, le mie osservazioni sviluppano un amore smisurato su ogni prodotto che il Pianeta offre, sia esso sano, inquinato, avvelenato o mangiato dagli insetti. Sono convinta che se portiamo un pensiero positivo, di amore, se benediciamo l’alimento e la terra di provenienza, il tasso di tossicità diminuisce. Penso anche che tutto è intelligenza e come tale è in grado di percepire le mie intenzioni e i miei pensieri, e quindi qualsiasi alimento – quando ringrazio e benedico – non potrà che farmi stare bene.
Gli anziani alla loro epoca si sedevano a tavola e benedicevano il cibo ringraziandolo, questo si è perso nel tempo.
Oggi molte verdure sono coltivate in laboratorio o in serre messe su bancali dove non hanno contatto con la Madre Terra, mancando così dei sali minerali e di tutti gli oligo- elementi che in esse vivono.

Ma bando alle chiacchiere riflessive, questi sono soltanto miei pensieri che emergono dalla mia coscienza e non vogliono essere una polemica.

Ho pensato di fare onore a tutte le persone che durante il giorno ingeriscono, più o meno consapevolmente, panini, piccola ristorazione, pasti preparati, barrette e non hanno l’occasione di poter assaporare e gustare anche un semplice alimento come una zuppa o passato di verdura.
Il cibo ha purtroppo i gusti alterati dai conservanti, coloranti aromi e gusti chimici.
Un ritorno alla natura, al vero gusto originale di ogni alimento sarebbe un grande acquisto in salute.

Equilibrare i cibi non è poi tanto difficile e non ci vuole poi quel gran tempo da dedicare alla cottura o preparazione.

Ho pensato di darvi alcune semplici ricette del benessere, facili da preparare e buone da mangiare.

Scarica subito il ricettario del benessere. E’ un documento in formato pdf che puoi scaricare sul tuo computer e consultare in qualsiasi momento, anche quando non sei collegato a internet.

[wpdm_file id=2]

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Clara Maria Caterina Morena – International Life Coach –
Certified Silva Method Instructor

Cell. +39 329 1474529

Email: claramorena.mc3@gmail.com

Passa a trovarmi anche qui…

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Un pensiero su “I Doni della Terra”

Lascia un commento