life coach, metodo silva, sviluppare carisma personale, bioalimentazione & salute, metafisica, pnl, relooking

La mente umana è una fabbrica. Esercizi

Auto-osservazione, respiro profondo, domande

 

10899_people-man-person-coachingsanremo-min

Oltre alle riflessioni già proposte (qui l’articolo), abbiamo molte altre possibilità di scoprire quali prodotti emettiamo dalla nostra grande fabbrica, vale a dire la nostra mente.

Possiamo ad esempio fermarci un attimo e osservare il nostro stato d’animo e, se abbiamo un po’ più di tempo, almeno 10 minuti al giorno, possiamo fare delle respirazioni profonde ponendo l’attenzione all’inspirazione, al trattenere, all’espirazione e al trattenere… per poi ri-iniziare a inspirare, trattenere, espirare, trattenere e… ricominciare sempre mantenendo i quattro tempi (inspirare, trattenere, espirare, trattenere).

In questo piccolo lasso di tempo, solo dieci minuti, vedremo scorrere un ruscello di pensieri ai quali non daremo attenzione, e quando ci rendiamo conto che ne seguiamo uno, senza colpevolizzarci ci stacchiamo dicendo mentalmente: “ti penso dopo”, riportando l’attenzione alla respirazione…

Se si è costanti si noteranno alcuni cambiamenti; sentiremo la nostra mente meno ingombrata, più lucida, con idee nuove e chiare.

Per chi non lo sapesse, produciamo circa 60.000 pensieri al giorno. Non sono neanche organizzati, e quindi è molto difficile gestirli!

Il punto è che non solo esistono pensieri che si susseguono in ordine sparso, ma esistono anche dei retro-pensieri dei quali non siamo assolutamente a conoscenza ma che sono di vitale importanza nella nostra vita quotidiana perché ce la dirigono supportati dai pensieri ricorrenti.

Certo che vista così la nostra mente sembra alquanto complicata.
Forse è così e forse no, dipende da noi, da quanto siamo intenzionati a migliorare.

Soffermiamoci un attimo, e poniamoci qualche domanda.

  • Riusciamo ora a distinguere almeno qualche pensiero ricorrente?
  • Se si come li distinguiamo, attraverso delle frasi che sentiamo o che leggiamo nella nostra mente?
  • Insomma questi pensieri li vediamo o li sentiamo?
  • Se li vediamo cosa vediamo? Parole? Frasi? Immagini?
  • Se invece li sentiamo cosa sentiamo? Una voce? Se si che tipo di voce: maschile o femminile? Del papà o della mamma? Oppure sconosciuta? O chi altro?
  • Riusciamo a fare un’analisi di queste frasi o pensieri oppure li accettiamo come realtà assoluta?
  • Se accettiamo tutto questo come un dato di fatto, quale conseguenza si presenterà?

Sono molte le domande che sorgono e che richiedono un bel lavoro interiore per chi come me vuole progredire. Come disse qualcuno: “Un seme per poter dare il suo frutto deve prima marcire”.

Stare in silenzio e prendersi del tempo per osservarci e ascoltarci anche se ci porta dolore ci farà fiorire e farà fiorire la nostra vita.

Con amore,

Clara

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Clara Maria Caterina Morena – International Life Coach –
Certified Silva Method Instructor

Cell. +39 329 1474529

Email: claramorena.mc3@gmail.com

Passa a trovarmi anche qui…

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Come alimentare l’Energia Vitale

Le informazioni presenti in questo articolo sono estratte dalla sintesi di testi, articoli e pubblicazioni scientifiche. Offro a titolo della “Libera comunicazione di pensieri e opinioni” (diritti e doveri civili per eccellenza ) la mia esperienza personale e di altri … a voi che leggete. 

Queste informazioni son esclusivamente il mio punto di vista ed il punto di vista di altre persone che hanno avuto lo stesso percorso.

Ogni persona è libera di mantenere, a seconda dei casi, il pensiero, la critica, la libertà d’opinione, il libero arbitrio e la propria responsabilità.

Questi punti di vista e opinioni non consistono e non sostituiscono assolutamente a una consulenza medica ma portano un messaggio sul benessere, la forma ed il buon funzionamento dell’organismo.

energia-vitale-coachingsanremo

Prendiamo come analogia un’automobile. In un’automobile  c’è del carburante e una batteria che fornisce dell’energia elettrica; ebbene, l’energia vitale nel corpo è paragonabile a quello che esce dalla batteria dell’automobile.

Quello che introduciamo nell’organismo con gli alimenti non è energia vitale, ma è bensì il nostro carburante per realizzare una combustione mentre l’energia vitale è rigenerata assolutamente, solamente e unicamente dal Sonno.

Possiamo conoscere e constatare ogni giorno la nostra l’energia vitale…

  • quando già al mattino abbiamo ancora voglia di dormire,
  • quando ci sentiamo con la testa confusa,
  • quando ci sentiamo appesantiti e un po’ sonnolenti dopo i pasti,
  • quando a metà pomeriggio ci viene il famoso abbiocco,
  • quando ci sentiamo spossati e affaticati,
  • quando strascichiamo i piedi e le gambe, quando siamo pieni di lasciami stare

Insomma tutti questi segnali dichiarano un abbassamento di energia vitale, quindi mal-essere. Ci sentiamo disattenti e quindi siamo facili a cadere o ad avere incidenti, e piano piano accediamo al tunnel della de-pressione.

Al contrario, quando ci svegliamo riposati dopo aver dormito profondamente le giuste ore che ci servono…

  • abbiamo voglia di fare,
  • siamo allegri,
  • abbiamo voglia di cantare o di fare sport o di correre fuori per respirare aria pura mentre si va al lavoro e la giornata ci sembra propizia e prospera.

La nostra energia è alta e tutto si apre davanti a noi.

In entrambi i casi i nostri muscoli sono sempre gli stessi, non sono né più corti né più lunghi, nulla è cambiato a livello fisico e fisiologico. L’unica cosa che è cambiata è l’energia.

Quello che voglio dire di importante è che possiamo avere un buon carburante ma se la batteria non genera energia il carburante non serve a nulla. Possiamo avere il pieno di carburante ma se la batteria è scarica l’automobile non si muoverà. Ma se abbiamo la batteria carica tutto sarà operativo e immettendo anche poco carburante l’auto si metterà in moto.

Noi abbiamo una riserva di energia e  quando siamo ben riposati siamo al di sopra i nostri limiti e quando passiamo notti insonni o dormiamo poco (meno del fabbisogno) allora andiamo sotto la soglia della nostra energia e tutto  comincia ad andare di traverso tanto che la stanchezza a volte ci impedisce di dormire.

Quindi per avere una buona base di vita e di vitalità il sonno è la giusta presa elettrica dove noi dobbiamo inserire il caricatore. Più siamo riposati meglio girerà la nostra vita.

Con amore e energia,

Clara

 

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Clara Maria Caterina Morena – International Life Coach –
Certified Silva Method Instructor

Cell. +39 329 1474529

Email: claramorena.mc3@gmail.com

Passa a trovarmi anche qui…

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

La mente umana è una fabbrica

Se avessimo coscienza e conoscenza di quanto ogni pensiero sia potentemente  importante, forse parleremmo molto meno, penseremmo riflettendo molto di più  e la nostra vita scorrerebbe fluida e prospera.

fabbrica-della-mente-coachingsanremo

La mente umana è una fabbrica nel vero senso della parola, con tutti i suoi reparti:

  • il reparto dove si formano i pensieri inerenti al prodotto della stessa fabbrica,
  • il reparto Fantasia /Sogno (visualizzazione di un nuovo prodotto da proporre)
  • il reparto Creatività progetto (come creare)
  • il reparto Struttura progetto (come strutturare la realizzazione)
  • il reparto Costruzione (catena di montaggio supporti, aiuti)
  • il reparto Azione Marketing (società)
  • il reparto Prodotto Finito  —> risultato nel quotidiano

Mi spiego meglio: la Fabbrica produce sempre prodotti di sua competenza.

Se è una fabbrica di prodotti da forno la sua gamma sarà composta da biscotti, fette biscottate, pane e tutti gli articoli a base di farina, zucchero, uova, dolcificanti, sale, aromi… e forni.

Se la fabbrica produce automobili, la sua gamma sarà  composta da lamiere, viti bulloni, caucciù, gomme, volanti, frizioni, specchietti, tubi, motori e tutti gli articoli inerenti a costruire motori, auto e arredo interni auto.

Se produce biciclette, nella sua gamma di prodotti ci saranno manubri, raggi, ruote, camere d’aria, campanelli, pedali e via dicendo.

E adesso, dopo questi esempi, ti propongo qualche domanda.

  • Se produce vendetta quale è la sua gamma? Che prodotto emetterà?
  • Se produce rabbia quale è la sua gamma? Che prodotto fabbricherà?
  • Se produce invidia quale è la sua gamma? Che prodotto costruirà?
  • Se produce disordine quale è la sua gamma? Che prodotto preparerà?
  • Se produce benessere quale è la sua gamma? Che prodotto farà?
  • Se produce soddisfazione quale è la sua gamma? Che prodotto sarà?
  • Se produce felicità quale è la sua gamma? Che prodotto creerà?
  • Se produce ordine quale è la sua gamma? Che prodotto formerà?

Cosa sta producendo la nostra fabbrica?

Come si svolge il nostro quotidiano?

Quale prodotto della nostra fabbrica mettiamo sul mercato? Se il prodotto piace avremo un pubblico o una clientela soddisfatta e contenta; se invece non piace avremo quello che esattamente stiamo vendendo o regalando o proponendo.

Ricordo che mio padre diceva: “il cliente deve essere rispettato e la prima persona che lo deve rispettare è il padrone, il titolare… dipende da lui l’acquisizione della fiducia, della stima che riceve o vuole ricevere dal cliente stesso“.

Chi è il titolare della nostra fabbrica? Siamo noi o gli altri? O Chi?

Ecco un esempio sugli altri…

A volte dobbiamo vendere un prodotto che non ci piace (siamo bugiardi con la società) ma lo facciamo a scopo di sopravvivenza (scusa e bugie con noi stessi) per avere di ritorno un minimo di salario (sempre scuse e bugie con noi stessi e con gli altri… vittime!!!), così ci specializziamo nelle scuse che ripetute nel tempo non ricordiamo neppure più dove si trova la verità e chi noi siamo effettivamente… E così la nostra immagine è  diventata quello che la famiglia, società, e tutto il resto hanno voluto che fosse… esattamente a “loro immagine e somiglianza”… A loro volta, genitori, conoscenti, amici, insegnanti, sono stati fatti a immagine e somiglianza degli loro parenti anziani…

Avanti così, è come la favola di Benestento che dura tutto il tempo e si ripete e si ripete… Una favola che mia nonna mi raccontava quando aveva terminato tutto il suo repertorio…

Il racconto era questo:

“Clara ti racconto la favola di Benestento che dura tutto il tempo, vuoi che te la racconti?”.  Logicamente io dicevo Sì allora lei rispondeva: “Peccato, se mi dicevi No ti avrei raccontato la favola di Benestento che durava tutto il tempo. Ma vuoi che te la racconti?”. Immediatamente dicevo No come mi era stato suggerito, ma la nonna dispiaciuta rispondeva: “Peccato, se mi dicevi Sì ti avrei raccontato la storia, eccetera eccetera…”.

Puoi immaginare la mia delusione ogni volta, e ogni volta ci cascavo perché in quella nonna io ci credevo tanto e più lei continuava e più io mi deludevo al punto di non credere più alle favole. Ecco come inizia la formattazione “a loro immagine“!

Penso che sia giunto il momento di prendere la nostra vita in mano, di ragionare e riflettere su cosa produce la nostra fabbrica cominciando a valutare  il nostro vissuto, il nostro quotidiano e cosa faremo da grandi. La vita da adolescenti è finita, è il momento di essere adulti e responsabili. Questo non vuol dire lasciare il divertimento e non ridere mai più, ma vuol dire prenderci le nostre responsabilità nel costruirci una vita di benessere, di prosperità per noi e chi ci circonda.

Pensaci.

  • La nostra vita è appagante?
  • Riusciamo a risolvere ogni incombenza senza creare o farcene un problema?
  • Siamo contornati da amici sinceri e felici o da bugiardi e invidiosi?
  • La mattina quando ci svegliamo siamo felici e pieni di vitalità o affaticati da notti insonni assillati da fatture, debiti, conflitti di vario tipo?

Prenditi il tempo necessario per rispondere :)

Dopo aver risposto sinceramente e riflettuto profondamente sulle domande, il nostro repertorio di informazioni  si è allargato al punto in cui siamo più coscienti. Si è aperto un nuovo spiraglio, qualcuno ha avuto un’illuminazione, insomma chi è arrivato a leggere fino a qui sicuramente non è più la persona che era prima.

Qualche cosa è cambiato. Un nuovo seme si è infiltrato e darà altri frutti, altri risultati nella vita di tutti i giorni e oltre. E’ il primo e decisivo passo per portare valore e miglioramento nella vita degli altri, oltre che nella nostra.

 

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Clara Maria Caterina Morena – International Life Coach –
Certified Silva Method Instructor

Cell. +39 329 1474529

Email: claramorena.mc3@gmail.com

Passa a trovarmi anche qui…

Post Footer automatically generated by Add Post Footer Plugin for wordpress.

Il sito di Clara Morena, il coach che ti stringe la mano e ti accompagna nel tuo cambiamento